Menu Chiudi

Cello!!!
I Violoncelli del Mozarteum e il Maestro Giovanni Gnocchi
dal Mozarteum di Salzburg

28 Agosto 2024 – ore 21:30 
Cava di Marmo Rosso

I Violoncelli del Mozarteum

dal Mozarteum di Salzburg
con il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo

Valerie Fritz, Enrico Mignani, Leonardo Notarangelo, Giacomo Furlanetto,
Douwe Eisses, Eva Sánchez Vegazo, Ignacio Garcia Nuñez – violoncello

Giovanni Gnocchi – violoncello & direzione

Programma del concerto

Alfonso FERRABOSCO (1575-1628)
Lamentazione “Fuerunt mihi lachrimae”

Carlo GESUALDO DA VENOSA (1566-1613)
Tribulationem et dolorem (1603)
XVII dal I Libro delle Sacrae Cantiones a 5 voci

John DOWLAND (1563-1626)
Lachrimae Antiquae, “Flow my tears
da Lachrimæ, or Seaven Teares, London 1604

Krzysztof PENDERECKI (1933-2020)
Agnus Dei per 8 Violoncelli (2007)
dal “Requiem polacco” (1984)

Wolfgang Amadeus MOZART (1756-1791)
Sonata K 381 – 3. Allegro molto

Franz SCHUBERT (1797-1828)
Marche militaire D. 733

Wolfgang Amadeus MOZART / Fazil SAY (*Ankara, 1970)
“Alla Turca Jazz”

Johann STRAUSS figlio (1825-1899)
An der schönen blauen Donau

Axel SEIDELMANN (*Linz, 1954)
“Guten Abend liebe Grossmutter”

Astor PIAZZOLLA (1921-1992)
Milonga en la

Edmundo VILLANI-CÔRTES (*Juiz de Fora, Brasile, 1930)
Baião! (dalle Miniaturas brasileiras)

Wilhelm KAISER-LINDENMANN (1940-2010)
Bossa Nova Philharmonica
Mambo!

ENCORES

Carlos GARDEL (1890-1935)
Pour una Cabeza

Hans ZIMMER (*1957)
Pirates of Caribbean

“I VIOLONCELLI DEL MOZARTEUM” spno un gruppo di giovani ma già affermati musicisti, studenti della prestigiosa università di Salisburgo, guidati e diretti da Giovanni Gnocchi, ispirato dal modello di Sándor Végh con la sua Camerata Salzburg. In questi anni si sono resi protagonisti individualmente nei maggiori concorsi internazionali di tutta Europa e Stati Uniti, con orchestre di profilo internazionale e suonando accanto a celebri solisti. Come gruppo di violoncelli hanno tenuto concerti importanti in Austria e Italia, esibendosi al Mozarteum di Salisburgo, al Festival “Trame Sonore” di Mantova, a “SpazioNovecento” di Cremona, riscuotendo un successo anime e travolgente, e proponendo sempre un repertorio unico, che unisce a raffinate rarità alcune delle pagine più popolari del Wiener Klassik e delle più celebri colonne sonore di film hollywoodiani: concerti con musiche di Monteverdi, Gesualdo e John Dowland accostate a pagine di Pierre Boulez, Krzysztof Penderecki e Sofia Gubaidulina, per finire con gli evergreen di Morricone, Hans Zimmer, Piazzolla o Carlos Gardel. I Violoncelli del Mozarteum si rendono protagonisti anche di concerti che sfruttano in palcoscenico in maniera coreografica e spazialmente originale, instaurando con il pubblico un dialogo diretto, ironico e coinvolgente.

VALERIE FRITZ – Austriaca del Tirolo, ha vinto il 1° Premio al Concorso Mainardi di Salisburgo e al Berlin Prize for Young Artists, ed ha ricevuto l’Ernst von Siemens Musikstiftung Ensemble Preis e l’Award dell’Académie Jaroussky Paris. Suona regolarmente con la Camerata Salzburg e da anni ha approfondito un serio impegno nella musica contemporanea, è membro dell’Ensemble NAMES e che l’ha portata a collaborare con compositori come Helmut Lachenmann, Georg Friedrich Haas e Thomas Larcher. Dal prossimo anno sarà protagonista della serie “Rising Stars” della European Concert Halls Organization, su presentazione della Elbphilharmonie di Hamburg.

ENRICO MIGNANI – Nato a Bologna, vincitore di audizioni, viene invitato regolarmente a suonare nelle orchestre del Teatro Comunale di Bologna, Arena di Verona, Teatro Petruzzelli di Bari e, vincitore di audizione, come concertino all’Orchestra della Toscana di Firenze. Ha suonato anche nella Camerata Salzburg. Diplomato a Lugano con Enrico Dindo, solista in Libano all’Al Bustan Festival diretto da Paolo Olmi, e con “Am Rande des Abgrunds” di Sofia Gubaidulina in concerti al Mozarteum di Salisburgo,“Trame Sonore” di Mantova e per SpazioNovecento a Cremona.

LEONARDO NOTARANGELO – Nato a Roma, suona regolarmente con LaFil di Milano, l’Orchestra Haydn di Bolzano, Camerata Ducale di Vercelli. Recentemente 2° idoneo per violoncello di fila per l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, e 3° idoneo come concertino all’ORT-Orchestra della Toscana, nel 2023 ha vinto la borsa di studio (unico strumentista premiato in tutti gli archi) come academista nell’Orchestra da Camera di Mantova con cui suona anche in formazioni cameristiche. 1° Premio e premio miglior violoncellista 2022 al “Premio Crescendo” di Firenze.

GIACOMO FURLANETTO – Nato a Padova, ha studiato per moltissimi anni al Conservatorio di Rovigo con Luca Simoncini e vinto numerosissimi premi in concorsi in Italia, e già giovanissimo si è esibito in concerti in tutta Italia, anche numerose volte come solista con molte orchestre tra le quali l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra Maderna di Forlì, I Musici di Parma, suonando più volte le Variazioni Rococò di Tchaikovsky, il Concerto in do di Haydn e anche Vivaldi, Paganini e Sollima assieme a Massimo Polidori.

DOUWE EISSES – Olandese di Delft, ha studiato al Conservatorio di L’Aia in Olanda con Matthijs Broersma e vinto il 2° Premio al Britten Cello Competition. 1° Violoncello della Youth Orchestra Netherlands, si è già esibito come solista in importanti sale come il Concertgebouw di Amsterdam. Nel 2024 ha vinto il 1° Premio Competition for Young Musicians in Ljubljana, risultando anche “Laureate” con il punteggio più alto, vincendo un Premio Speciale per la musica moderna e l’invito a suonare come solista con la Camerata Leibach.

EVA SÁNCHEZ VEGAZO – Catalana di Barcellona, diplomata al New England Conservatory di Boston con Lluís Claret, come 1° Violoncello dell’Orchestra Giovanile Spagnola si è esibita al Palau de la Música Catalana e in molte sale in Spagna, e con l’Orchestra dello Schleswig-Holstein Festival, sotto la direzione di Christoph Eschenbach, Ton Koopman e Michael Sanderling in molti centri della Germania tra cui la Elbphilharmonie di Amburgo. Ha studiato violoncello barocco suonando nel NEC Baroque Ensemble in Boston ed è academista della Philharmonie Salzburg.

IGNACIO GARCIA NUÑEZ – Spagnolo di Pamplona, si é esibito come solista nei concerti di Dvorak, Haydn, Saint-Saëns e Ibert con le orchestre 430 Vigo, CSMA Philharmonic, JOSS, e la Sinfonica Pablo de Sarasate. Studia anche prassi barocca con Reinhard Goebel e collabora con il Balthasar Neumann Ensemble per concerti in Germania e Francia, con la Berliner Kammerphilharmonie, Liceo de La Habana Orchestra a Taiwan e preso parte al Manchester Music Festival negli USA. Nel 2024 ha vinto il 1° Premio al Concorso “E. Mainardi” di Salzburg.

GIOVANNI GNOCCHI, professore al Mozarteum dal 2013, svolge attività concertistica in tutto il mondo, esibendosi come solista sotto la direzione di Gustavo Dudamel, Umberto Benedetti Michelangeli, Alexander Lonquich, Alexander Shelley, Michele Spotti, in contesti come l’Arts Festival di Hong Kong, BeethovenFest di Bonn, Wiener Konzerthaus, Liederhalle di Stuttgart, la Mozart Woche di Salzburg, Esplanade di Singapore, con la Camerata Salzburg, Orchestra da Camera di Mantova, Filarmonica della Fenice di Venezia, Zagreb Philharmonic Orchestra, Orchestra Giovanile Italiana, North Czech Philharmonic, Orquesta Filarmónica de Jalisco. Protagonista in concerti da camera con Mischa Maisky, Martha Argerich, Leonidas Kavakos, Mario Brunello, i membri del Quartetto Hagen, Andrea Lucchesini, Ilya Gringolts, Elizabeth Leonskaja, Alena Baeva, ha registrato per Deutsche Grammophone e a breve usciranno l’integrale dei concerti di Haydn e un recital sullo Stradivari 1710 “Stauffer” di Cremona.